GOCCE – Rituale di Comunità

SINOSSI:
Voci e canti per alleggerire il lavoro
Sorellanza per condividere la fatica
Una figura alchemica che immerge le mani nello sporco altrui,
nell’intimità, nei segreti, nella vergogna.
Cancellare le tracce, lavare le memorie e trasformare.
Tradizioni, destini e antichi saperi, dissolti nel tempo,
di cui restano solo GOCCE.

IL PROGETTOGocce è un dispositivo artistico:

  • Uno spettacolo che fonde diversi linguaggi artistici (Danza Urbana, Body Music, Sperimentazioni vocali, Loop station etc.).
  • Il frutto di studi storici, sociali, antropologici.
  • Un’azione artistica partecipativa in dialogo con luoghi e comunità.
  • Un rito collettivo.
  • Oggetto di una tesi sperimentale e di una ricerca in antropologia culturale presso l’Università di Torino, vincitrice della borsa di studio “Ilaria Caccia” indetta dall’Università di Verona e AirDanza, con diritto di pubblicazione sulla rivista scientifica di AirDanza

LA STORIA E LA SIMBOLOGIA:
La lavandaia andava di casa in casa a togliere i panni sporchi e riconsegnarli candidi. “E’una figura alchemica”, che trasforma ciò in cui gli altri non vogliono immergere le mani. E’una figura purificatrice, che incarna il parallelismo metaforico tra pulizia esteriore e pulizia interiore. “Lava le memorie della gente”. Strettamente legata al fiume e al simbolismo dell’acqua, elemento primordiale e femminile per eccellenza in tantissime mitologie.
Da Les Legendes Rustiques di G.Sandes agli studi di Yvonne Verdier, sono molti i testi che raccontano di un saper fare, di un immaginario, di usanze, simboli, che attribuiscono a questo mestiere dei poteri: accompagnare le tappe della vita in alcuni momenti di passaggio (nascita e morte), arti divinatorie, saper rigenerare in accordo con i cicli della natura.

LA DIMENSIONE CORALE :
Le interpreti non rappresentano singole storie ma incarnano archetipi e vengono affiancate da un “coro”, inteso come nell’antico teatro greco, un personaggio collettivo, la saggezza popolare, un punto di vista. Lo spettacolo infatti è pensato nella sua forma compiuta integrato ad un laboratorio aperto a donne di ogni età, provenienza e formazione per poterle inserire in scena come comparse attive in alcuni quadri. Il momento di studio e ricerca, come quello performativo, sarà uno scambio, una sanazione collettiva, un rituale di comunità.

CREDITI:
IDEAZIONE, COMPOSIZIONE MUSICALE E COREOGRAFICA Federica Loredan
INTERPRETI Federica Loredan, Chiara “Ceres” Gilioli, Giulia “Mookie” Mucchi e Giorgia Ponticello
MUSICA B.Evans, A.C.Villani, F.Loredan, G.Mucchi, V.Giampietro
MUSIC DESIGN Vittorio Giampietro
SUPERVISIONE DRAMMATURGICA Gaia Clotilde Chernetich
VIDEO Danilo Guidarelli
DURATA 45 minuti circa
Con il supporto di Teatro della Tosse/Resistere Creare , Spring/OrienteOccidente e UmbriaDanzaFestival

DATE:
novembre 2022 Genova, Italia – ANTEPRIMA speciale per UniGe/Disfor
novembre 2022 Genova, Italia – ANTEPRIMA Resistere Creare/Teatro della Tosse
6 luglio 2023 Villach, Austria – INTERNATIONAL PREMIERE queer festival Spectrum Festival
17 luglio 2023 Perugia, Italia – PRIMA NAZIONALE Umbria Danza Festival (site specific/accessibile pubblico sordo)
15 marzo 2024 Feldkirchen, Austria – Urban Dance Theater Carinthian XBreak

PAGINA FACEBOOK
PAGINA INSTAGRAM
VIDEO TRAILER
VIDEO LABORATORIO DI COMUNITA’
VIDEO TEASER

 

 

Potrebbe interessarti